Dischi freno

Descrizione dell’applicazione

In una linea di produzione per dischi freno per moto, ci è stato sottoposto il problema di identificare il codice di disco freno in lavorazione in base alle caratteristiche geometriche rilevabili dall’immagine del disco stesso.

Il sistema doveva essere in grado di riconoscere l’oggetto proposto, anche se posizionato in modo errato.

Tutto questo per mettere al sistema informativo aziendale di aggiornare in tempo reale lo stato della produzione soprattutto nella fase di marcatura al laser del disco freno stesso.Valutazione delle problematiche principali

Valutazione delle problematiche

Le problematiche principali che si sono dovute affrontare sono state sia legate alla gestione e manipolazione di oggetti meccanici in un ambiente “sporco” che all’elevato numero di “codici prodotto” da gestire.

La particolarità del materiale (acciaio) e dell’ambiente operativo, non ha permesso l’impiego di sistemi di retro illuminazione come sembrerebbe ovvio ad una prima analisi, imponendo in questo caso l’impiego di filtri polarizzatori per eliminare i riflessi che una illuminazione diretta induceva sui campioni in esame che, per loro natura risultano essere altamente riflettenti.

L’elevatissimo numero di codice prodotto da gestire invece ha richiesto l’impiego di un sistema di visione in grado di accedere ad un data base centrale mediante una rete Ethernet.

Soluzione proposta

La soluzione offerta consiste nell’impiego di un sistema di visione basato su tecnologia di tipo embedded in grado di interfacciarsi agevolmente con una qualsiasi unità server collegata ad una rete Ethernet al fine di ricevere e trasmettere dati.

La elevate capacità di individuazione di un oggetto comunque posizionato ed orientato entro un’area definita, ha permesso di impostare un programma altamente affidabile e flessibile.

La problematica sopra esposta relativa all’illuminazione è stata invece risolta grazie all’impiego di lampade lineari ad alta frequenza per ambienti industriali modello ILL della StockerYale.